Non proprio. Ma come dice Richard Higham di Mercuri International esiste un modo per gestirle bene.

 Le richieste di proposte (RFPs), i bandi di gara (ITT) e le richieste di quotazioni (RFQs) stanno diventando parte della normale vita aziendale.

Ovviamente la scelta di partecipare o meno a questo sistema spetta a voi. Possiamo dire che, generalmente, le RFPs hanno un’influenza negativa sulla performance della vostra azienda, non permettono di distinguervi e quindi dovreste evitarle a tutti i costi.

Ma ignorare le RFPs o cercare il modo di evitarle significa sottovalutare il potere della business practice moderna. Le aziende che si oppongono alle pratiche di RFPs rischiano infatti di essere marginalizzate.

L’unica soluzione per rendere questo sistema efficiente è di:
• comprendere i driver di un processo di procurement di vendita formalizzato;
• fare quanto possibile per posizionarci bene prima che inizi il processo di procurement formale;
• gestire il processo nel modo più efficiente, professionale ed efficace possibile.

Quali sono dunque i motivi per cui il processo di procurement formale guadagna in popolarità?

In merito a questa questione, esistono 6 ragioni:
1. Il successo nelle altre parti del business. Il procurement ha dimostrato la sua efficacia nel settore della produzione e in altri settori. In un’azienda media, circa il 60% del reddito è destinato per acquisti esterni. Con un margine di profitto del 10%, una riduzione di costi di acquisto dell'1% può aumentare i profitti del 6%.
2. L'accettazione che questi successi potrebbero essere replicati in altri settori.
3. La crescita della CSR (Corporate & Social Responsibility) ha aumentato l'attenzione sulle pratiche di fornitori - ad esempio consumatori e dettaglianti sono preoccupati dell'uso del lavoro minorile nelle produzioni in regime di outsourcing.
4. Sensibilità del prezzo. I decision maker devono essere in grado di dimostrare di aver raggiunto il prezzo ottimale per i servizi acquisiti.
5. Gestione del rischio. Consapevolezza che il rischio del fornitore è parte di un più ampio rischio di gestione. Tale consapevolezza è stata inasprita dai fallimenti commerciali della recente crisi economica.
6. Gestione. La necessità di riuscire ad attuare un buon processo decisionale che si concentri non solo sull’offerta di base, ma anche sulla stabilità  finanziaria e sull'accettabilità dei fornitori.

Utilizziamo cookie per migliorare la tua navigazione
Vengono anche utilizzati cookie di terze parti per tracciare le visite al sito. Cliccando sul pulsante CONTINUA dai di fatto il consenso per l'utilizzo dei cookie.